sabato 9 dicembre 2017

Recensione serie "Alice Allevi"; Alessia Gazzola

Autrice: Alessia Gazzola
Titolo: Sindrome da cuore in sospeso (Alice Allevi #1,5)
Prezzo: cartaceo 10,97 e-book 8,99


Link d'acquisto: QUI


Serie Alice Allevi:
1,5)Sindrome da cuore in sospeso
1)L'allieva
2,5)Un regalo inatteso
2)Un segreto non è per sempre
3)Le ossa della principessa
4)Una lunga estate crudele
5)Un po' di follie in primavera
6)Arabesque





“Non chiedere dov’è la tua bambina 
non chiederti chi le dice buonanotte ogni notte
ma prendi il suo sorriso più bello e assottiglialo 
fino a ridurlo ad un filo
e con quel filo strozza le tue domande.

Trama

Alice Allevi ha un grosso problema. Si è appena resa conto di non voler più diventare un medico, ma non ha il coraggio di confessarlo a nessuno, e non sa cosa fare del suo futuro. Ma siccome la vita è sorprendente, sarà l'omicidio di una persona vicina alla sua famiglia a far scoprire ad Alice la sua vocazione: la medicina legale. Forse c'entra il suo intuito, che la induce a ficcanasare dove non dovrebbe, mettendo a rischio le indagini. Forse c'entra l'arrivo della sua nuova coinquilina Yukino, una studentessa giapponese che parla come un cartone animato e che stravolge le abitudini, non solo culinarie, di Alice. Forse c'entra nonna Amalia che, con saggezza mista a battute fulminanti, sa come districarsi fra i pettegolezzi di paese. Una cosa è certa: Alice non lo ammetterebbe mai, ma se sceglierà quella specializzazione, è soprattutto per rivedere Claudio Conforti, il giovane medico legale che ha conosciuto durante il sopralluogo. Vestito in maniera impeccabile, sorriso affilato come un bisturi, occhi travolgenti. Arrogante, sprezzante e... irresistibile.




Recensione


Buongiorno a tutti e bentornati con la recensione di un libro, dopo quasi una settimana di sole recensioni di serie tv! Questa volta vi parlo della serie di Alice Allevi, di Alessia Gazzola, serie da cui è stata tratta la serie tv (recensione QUI) e che inizia con la novella 1,5 Sindrome da cuore in sospeso. In questa novella, conosciamo Alice Allevi, ragazza che ha iniziato l'università nel corso di medicina, che però si rende conto di non poter diventare medico, visto che le emozioni e i dolori dei pazienti la mandano letteralmente nel panico; quando però, la badante di sua nonna rimane uccisa e nella sua vita compare il giovane medico legale Claudio Conforti, Alice capisce di voler diventare come lui e spedisce domanda di internato per la specializzazione. 
Nella vita di Alice entra anche la giapponese Yukino, sua coinquilina, che da come parla sembra un cartone animato e le stravolge la vita; Alice ha anche un'ottimo intuito nel ficcare il naso dove non deve (vedasi uccisione della badante della nonna, per capire chi sia l'assassino); però è anche vero che se non fosse se stessa e non ficcasse il naso negli affari di polizia, gli omicidi non verrebbero risolti.
Questa serie è leggera, ricca di colpi di scena, vi farà ridere come non mai, quindi datele una possibilità, se proprio non riuscite, abbandonatela; ma sappiate che Alice sarà un ottimo medico legale e scoprirà tanti altri casi... Ovviamente non può mancare la sua cotta per Claudio Conforti, il medico legale che sarà il suo supervisore! (ma di questo parlerò anche nelle prossime recensioni :P )



La mia valutazione
5


Alla prossima
Luce <3


Vi ricordo che potete iscrivervi al blog come LETTORI FISSI per non perdervi nessuna recensione, e che lo trovate anche su facebook e instagram!

venerdì 8 dicembre 2017

5 cose che... .#8 - 5 regali per amanti della lettura

Buongiorno e bentornati con la rubrica 5 cose che.. Vi ricordo che questa settimana e fino al 5 gennaio la rubrica è a tema Natalizio!




Oggi il tema è: 5 regali per amanti della lettura, e qui iniziano le difficoltà, perché gli amanti della lettura, sono diversi tra loro, e non sempre, cioè che piace a qualcuno può piacere a un altro.. Ma veniamo a noi, e speriamo di mettere i titoli giusti!




1) Per chi ama i libri romantici, non si può non leggere la serie di Uno splendido disastro! Questi i titoli della serie:
Serie Uno splendido disastro
1 - Uno splendido disastro
2 - Il mio disastro sei tu
3 - Un disastro è per sempre
4 - Uno splendido sbaglio
5 - Un indimenticabile disastro
6 - L'amore è un disastro
7 - Il disastro siamo noi
8 - Un disastro perfetto

9- L'ultimo disastro


C'è  a chi non piace, ma ripeto: con Abby e Travis e il resto dei fratelli Maddox (i fratelli di Travis), non potrete fare altro che innamorarvi!








2) Se invece siete amanti del paranormale, non potete non leggere la saga degli Immortali composta da: Serie Immortali:
1)Evermore
2)Blue Moon
3)Shadowland
4)Dark Flame
5)Night Star
6)Everlasting


Questo perché la storia di Ever e Damen, pur sembrando simile a quella di Daniel e Luce di Fallen, in realtà è diversa; provatela, poi al massimo se proprio non va, lasciatela lì e nessuno si arrabbierà :D











3) Per chi invece ama gli animali e ha voglia di farsi due risate, vi consiglio la trilogia di Gerald Durrell:
1)La mia famiglia e altri animali
2)Storie di animali e di altre persone di famiglia
3)Il giardino degli dei





















4) Se invece volete regalare qualcosa di erotico, Fai il tuo gioco di Sagara Lux (ma anche gli altri suoi libri, ossia: non mentirmi, la serie The Darkest Night composta da: Black Rose, White Shark e Green Snake; e la serie Broken Souls composta da:
0,5) Kim (in uscita a settembre)
1)Di carne e di piombo
2)Inganno
3) Riscatto
4) Vendetta (in uscita prossimamente) ) non possono mancare come regali











5) Avete voglia di piangere? Avete voglia di leggere? Storia di una ladra di libri allora è il libro che fa per voi! Perché una volta iniziato, se iniziate subito a piangere, non smetterete fino alla fine, fidatevi.

















Alla prossima
Luce <3











giovedì 7 dicembre 2017

Solo per amore - serie tv (recensione)

Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione di una serie tv (ultimamente, in questi giorni, vi sto riempiendo, prometto che il prima possibile torno anche sulle recensioni dei libri :P )






Titolo: Solo per amore
Paese: Italia
Anno: 2015-2017
Formato: serie tv
Genere: drammatico, sentimentale, thriller
Stagioni: 2
Episodi: 18
Durata: 90 min a episodio



Informazioni

Solo per amore, nota dalla seconda stagione con il titolo Solo per amore - Destini incrociati, è stata una serie televisiva italiana, in onda dal 7 gennaio 2015 al 28 giugno 2017 in prima serata su Canale 5.






Trama prima stagione

Pietro Mancini è un ricco imprenditore sposato con l'avvocatessa Elena Ferrante: la coppia ha due figlie, Arianna e Beatrice, e gestisce a Roma un centro sportivo con Gabriele, fratello di Elena. La loro vita apparentemente perfetta viene sconvolta dall'improvviso rapimento di Pietro, mentre porta Beatrice a scuola. Elena già vent'anni prima fu rapita da dei malavitosi e tenuta prigioniera in una grotta: proprio in quell'occasione perse il figlio che aspettava da Pietro. Le indagini vengono affidate, grazie al contributo del generale Gianmaria Fiore, a Giordano Testa, il commissario che riuscì a liberare Elena e di cui si innamorò, anche se la donna poi scelse di restare con quello che sarebbe diventato suo marito. Collaborando nel caso, dato che non riesce a fidarsi del commissario, Elena scopre che il marito era ricattato da un gruppo di malavitosi e per questo temeva per la sicurezza della propria famiglia: così, decide di andare a parlare con Sandro Alfieri, gestore di un night club e amico di gioventù di Pietro, che è implicato in un traffico di droga e potrebbe sapere qualcosa sul rapimento. In questo frangente, Arianna si innamora di Claudio, fratello minore di Sandro, che lavora con lui al locale insieme alla sorella Denise, incinta del suo ragazzo. Sandro chiede ad Elena del denaro in cambio del suo aiuto. Nel frattempo, nel circolo fa il suo ingresso l'ambigua Gloria Keller, che inizia a prendere lezioni di tennis da Gabriele, di cui si invaghisce, mettendo in crisi il rapporto dell'uomo con la sua promessa sposa, la ginecologa Irene Fiore, figlia del generale: Gloria decide di offrire la cifra necessaria al liberamento di Pietro in cambio di parte delle quote del circolo. Dunque, Elena dà i soldi a Sandro, il quale insieme a Gloria è il vero responsabile del rapimento: egli le chiede di recuperare un carico di droga, prima di consegnare il denaro ai rapitori, e in seguito a quest'azione Pietro riesce a fuggire dalla sua prigione e salva la moglie da un killer inviato da Gloria per ucciderla, ma ben presto Elena si rende conto che Pietro le nasconde molti segreti. Egli le dice che Sandro vuole vendicarsi poiché pensa che lui gli abbia sottratto tre milioni di euro, in realtà il denaro necessario a pagare il riscatto di Elena per il suo rapimento, nel quale erano coinvolti Gloria, Pietro e Sandro con la sua banda. Nel frattempo, il compagno di Denise viene ucciso da Sandro, ma la donna non vuole abortire e viene seguita nella gravidanza da Irene, che non può avere figli e si offre di crescere segretamente il bambino con Gabriele come se fosse il suo, in modo tale da allontanarlo da Gloria, che ormai è sempre più coinvolta nelle vicende del circolo. Irene rivela così a Gabriele di essere incinta e i due decidono di organizzare le nozze. Successivamente, Elena si accorge che Pietro ha dei comportamenti strani e decide di collaborare finalmente con Giordano, che le rivela il coinvolgimento del marito nel suo rapimento: la donna rimane sconvolta e affronta Pietro armata, ma l'uomo riesce a fuggire prima dell'arrivo della polizia. Così, la donna, delusa dal comportamento del marito, si accorge di non avere mai smesso di amare Giordano e intreccia una relazione con il commissario, nel momento in cui suo padre Aldo scopre che il figlio che Elena credeva di avere perso nel corso del suo rapimento è vivo e si chiama Stefano e che proprio Giordano è in realtà il responsabile del rapimento di vent'anni prima. Aldo, prima di rivelare la verità alla figlia, informa Pietro che il rapimento di Elena prevedeva la consegna di un manoscritto di un boss mafioso che avrebbe provocato l'arresto di molti notabili e non un riscatto in denaro, come si pensava; inoltre, chiede un incontro su una spiaggia con il genero, che ora si nasconde a casa di sua madre Maria, per spiegargli il tutto e spedisce una lettera ad Elena contenente tutto quello che ha scoperto, ma non fa in tempo: l'avvocato Ferrante viene ucciso da Giordano, che lo annega in mare per impedirgli di parlare, e Pietro trova il corpo senza vita del suocero proprio quando Elena giunge sul luogo del delitto, ritenendolo così il colpevole. Al funerale di Aldo, Pietro viene ferito a una spalla da Giordano e si rifugia a casa di Gloria per farsi medicare. Contemporaneamente, Gloria scopre l'inganno di Irene e glielo fa sapere per evitare di essere estromessa dal circolo, come richiesto dalla donna a Gabriele, ma anche la Fiore ha un'arma in pugno: infatti, è venuta a conoscenza del passato criminale di Gloria e minaccia di denunciarla, a meno che non parli con Gabriele della finta gravidanza. Intanto, Arianna inizia una relazione con Claudio, che riceve da suo fratello Sandro l'ordine di incendiare le scuderie del circolo Ferrante, ma quando si accorge della presenza di Arianna, si butta per salvarla e poi viene arrestato: la giovane non lo vuole più vedere per l'azione commessa. Una misteriosa donna ricoverata in una clinica per problemi cardiaci, Silvia Nardi, cerca di contattare invano Aldo Ferrante: lei è la madre adottiva di Stefano, il giovane ventenne, primogenito di Elena e Pietro, che giunge a Roma per vendicare la morte di quello che credeva suo padre, Virgilio Sanna (il carceriere di Elena), ucciso da Giordano, anche se Stefano crede che il responsabile sia Pietro. Stefano riesce a salvare Arianna da un'aggressione da parte degli uomini del generale Fiore, che vogliono impossessarsi della lettera di Aldo, giunta a casa di Elena, e come ricompensa viene assunto al maneggio. Pietro, intanto, convince Elena ad incontrarlo e le rivela ciò che Aldo aveva scoperto sul rapimento di vent'anni prima e la convince ad incontrarsi con Spataro, un detenuto con cui Ferrante era in contatto; al termine dell'incontro, Stefano tenta di uccidere Pietro ma senza riuscirci. Arrivato il giorno del matrimonio di Irene e Gabriele, l'uomo si rende conto di amare Gloria e lascia la Fiore sull'altare per andare a convivere con la Keller, nonostante il disaccordo di sua madre Agata. In seguito, Elena riesce ad ottenere un permesso premio per Spataro, ma il generale Fiore ordina a Giordano di lasciar fuggire il detenuto per poi farlo uccidere subito dopo da una spia di nome Jasmine. La situazione degenera: Jasmine punta la pistola ad Elena, ma Giordano la uccide e rimane gravemente ferito da un colpo della spia, mentre Spataro fugge. Il commissario si salva grazie ad un intervento chirurgico ed Elena lo porta a casa sua per prendersene cura; nel frattempo, Pietro trova Spataro, che gli rivela che suo figlio potrebbe essere ancora vivo: Mancini così comunica subito la notizia ad Elena, che decide di dare fiducia al marito ed elabora con lui un piano per scoprire la verità. Pietro si consegna a Giordano, che lo conduce in un capannone e gli promette di portarlo alla polizia il giorno seguente; ma Mancini si rende conto ben presto che Giordano è l'assassino di suo suocero e che potrebbe essere ucciso lui stesso dagli uomini di Fiore che lo sorvegliano. Nel frattempo, Gabriele viene a sapere che Irene non può avere figli e affronta la donna, che gli confessa tutta la verità e poco dopo tenta il suicidio, ma viene salvata da Gabriele, che la porta in ospedale: qui, Irene rivela al padre Gianmaria il passato oscuro di Gloria e gli chiede di distruggerla. Pietro riesce a neutralizzare i suoi carcerieri e affronta poi Giordano, che gli spara e lo fa cadere in un fiume, ma Mancini riesce a salvarsi grazie a un giubbotto antiproiettile e si rifugia da Sandro e Claudio. Il giorno dopo, Pietro ed Elena si incontrano e fanno l'amore, capendo di essere ancora innamorati l'uno dell'altra; inoltre, Pietro confida alla donna tutti gli omicidi commessi da Giordano e la Ferrante decide di continuare a fingere di essere innamorata del commissario per farlo cadere in trappola. Intanto, anche Arianna e Claudio si riavvicinano, mentre Gloria lascia Gabriele e viene rapita da Gianmaria e Giordano, che vogliono scoprire dove si rifugia Pietro. La pm Angela Maggi comincia a sospettare di Giordano, di cui è innamorata, per la sparizione di Pietro e scopre che Virgilio Sanna era un ex poliziotto che voleva mettere le mani sul memoriale in possesso di Aldo insieme a Giordano, ma in un inseguimento con il commissario ha un incidente ed entra in coma. Contemporaneamente, Elena riesce a trovare Silvia Nardi, che le rivela che Stefano è suo figlio, ma nella fuga dagli uomini di Fiore, giunti nella clinica, Silvia cade da una terrazza ed Elena viene arrestata con l'accusa di tentato omicidio; a tutta la scena assiste Stefano. In carcere Elena viene torturata dagli uomini di Fiore e Pietro mette in atto un piano per farla evadere con l'aiuto di Claudio, Gabriele ed Irene, che altera le analisi della Ferrante per farla trasferire in ospedale. Nel mentre, Sandro scopre che Denise è incinta e la aggredisce, ma viene salvata da Arianna e Claudio, che le racconta che ad uccidere il suo fidanzato è stato proprio Sandro; così, Denise si sente male e in ospedale Irene e Gabriele promettono di prendersi cura di lei, ospitandola a villa Ferrante. Intanto Giordano manipola Stefano, deciso a vendicare la morte di Silvia, per impadronirsi del memoriale, che dovrebbe essere stato nascosto dalla Nardi. Un'infermiera fa arrivare a Stefano la lettera con la confessione di Silvia, ma il giovane viene rapito da Sandro, che viene ucciso poco dopo da Giordano, salvando Stefano; la lettera finisce nelle mani di Denise, che assiste Sandro nei suoi ultimi momenti di vita. Gloria, riavvicinatasi a Gabriele, informa Giordano del piano di Pietro per liberare Elena, ma i due riescono a fuggire da Giordano; sulle loro tracce vi è Stefano, sempre più accecato dalla voglia di vendetta, che riesce a trovarli e spara ad Elena, prima che Pietro gli riveli che loro sono i suoi veri genitori, sconvolgendolo e portandolo alla fuga. Mentre Irene cura Elena, Gabriele lascia definitivamente Gloria, dopo aver scoperto la sua collaborazione con Giordano, e Denise rivela a tutti il contenuto della lettera che le ha affidato Sandro, confermando che Stefano è figlio di Elena e Pietro. I due coniugi non vedono l'ora di riabbracciare Stefano, che tuttavia viene rapito da Giordano in un estremo tentativo di impadronirsi del memoriale, che è stato trovato nella grotta in cui Elena era tenuta prigioniera. Giordano ha intenzione di uccidere Pietro, ma Elena salva marito e figlio sparando al commissario, che viene arrestato. Tutta la famiglia Ferrante finalmente riunita ora festeggia, ma il memoriale è finito nelle mani di Gloria che, dopo aver scoperto di essere incinta di Gabriele, lo vende al generale Fiore in cambio di una grossa somma e si trasferisce a Miami per iniziare una nuova vita.





Recensione

Buongiorno e ben ritrovati con la recensione di un'altra serie tv, in questo caso, andata in onda su canale 5 (prima stagione 10 episodi, seconda, che io devo ancora recuperare, 8 episodi). La serie inizia con la protagonista, Elena Ferrante, sposata con Pietro Mancini con cui ha avuto due figlie, Arianna e Beatrice, gestisce un centro sportivo con il fratello Gabriele; tramite dei flashback scopriamo che Elena ha avuto un figlio prima di Arianna e Beatrice, che però, il commissario Giordano Testa, che aveva trovato Elena priva di sensi nella grotta in cui era stata portata dai suoi rapitori; si capisce da subito che Giordano si è innamorato di Elena, ma ovviamente ci sono ostacoli di ogni genere (non vi dico quali se no rovino tutto); Arianna conosce Claudio di cui si innamora, ma Elena non si fida di Claudio, che invece le aiuta in tutti  i modi; in compenso, Gloria, ex sia di Pietro, sia di Gabriele, si riavvicina a quest'ultimo, dal quale avrà il figlio che la compagna di Gabriele non avrà mai, in quanto sterile. Solo per amore, è una fiction in cui i casini non mancano mai, ma è anche vero che l'amore vince su tutto e che la famiglia alla fine si riunirà al gran completo. 
Non vedo l'ora di scoprire cosa succede nella seconda stagione. Il commissario non è ciò che sembra, Stefano scoprirà la verità su se stesso, così come Elena scoprirà che il figlio, creduto morto, in realtà è ancora in vita ed è stato più vicino alla famiglia di quel che sembra. Una serie ricca di colpi di scena, ma se avete problemi a guardare telefilm thriller, evitate il più possibile.


La mia valutazione
5


Alla prossima
Luce <3

mercoledì 6 dicembre 2017

WWW... wednesday #17

Salve a tutti ragazzi e ben arrivati a metà settimana; come di consueto, essendo oggi mercoledì, vi illustro le mie attuali letture, quelle finite e quelle da iniziare.
Il WWW Wednesday, è una rubrica settimanale ideata da MizB (Should be Reading . nata per far sapere a voi lettori le mie letture appena concluse, quelle attuali e le prossime!! 


1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?

     



Come previsto.. Ci vorrà un po' prima che vediate la recensione di questo, ma come sapete io sta saga me la voglio godere senza andare in fretta..  :P







Come promesso una settimana fa, ho ricominciato la serie de "L'Allieva"; questo è corto, per cui avrete la recensione entro questa settimana!




2.What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

Ancora niente, visto che quelli che sto leggendo sono ancora in lettura!

3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?



Appena finisco Signore delle Ombre, metto le mani su questo, pur sapendo che non è esattamente un romanzo..



Appena finirò Sindrome da cuore in sospeso, andrò avanti con la serie di Alice!


Ed eccoci alla fine del 17esimo WWW! E voi cosa state leggendo? Cosa avete finito e cosa leggerete?

martedì 5 dicembre 2017

"Io tra 20 anni", webserie (recensione)

Buongiorno e bentornati con la recensione di una web-serie da una stagione di 7 episodi che trovate tranquillamente su rayplay.



Titolo: Io tra 20 anni
Paese: Italia
Anno: 2014
Formato: web-serie
Stagioni: 1
Episodi: 7



Informazioni e trama

Prodotta da Cross Production, Io tra 20 anni e realizzata in esclusiva per Rai 1 la serie di sette puntate settimanali rimanda alla positiva esperienza di Una grande famiglia - 20 anni prima, prequel di Una grande famiglia, uno dei maggiori successi del web Rai con più di 800.000 visualizzazioni e 1 milione di spettatori su Rai 1 ogni puntata. È uno spin-off ma che ha una totale autonomia rispetto alla serie madre.
Nel cast Irene Casagrande (Valentina), Pierpaolo Spollon (Pierluigi), Romano Reggiani (Nicolò), Marta Jacquier (Angela), Vincenzo Zampa (Piero), Irena Goloubeva (Arianna), e con la partecipazione straordinaria di Jozef Gjura (Tobias) nel terzo episodio, Giorgio Marchesi (Raoul Rengoni) nel primo e sesto episodio, e Primo Reggiani (Stefano Rengoni) nel secondo episodio. La sceneggiatura è affidata a Fabio Paladini, Sara Cavosi e Ivan Silvestrini, che cura anche la regia. La trama racconta un gruppo di cinque adolescenti, l'atmosfera magica di una casa sull'albero e le incertezze nel "diventare grandi". Durante la notte di San Valentino i protagonisti, Valentina, Pierluigi, e Nicolò si ritrovano in una casa costruita su un albero nella tenuta (ossia in una proprietà di campagna) chiamata "Rangoni". Ai tre ragazzi si uniscono Angela e Piero e, due coetanei che sostengono che la casa sull'albero sia in realtà proprietà di quest'ultimo, perché costruita sul terreno acquistato anni prima dal nonno di Piero. E così comincia la storia di questo luogo segreto dove ritrovarsi, condividere le paure, le insicurezze, l'entusiasmo e le aspettative che si hanno da ragazzi. In un luogo nel quale gli adulti non sono ammessi, al punto che i ragazzi si fanno una promessa: non si dimenticheranno di come sono oggi e non diventeranno come i loro genitori! Per non dimenticare questo patto i ragazzi decidono di creare una capsula del tempo in cui conservare i video che mostrano come sono oggi, e che potranno rivedere solo fra vent'anni per dimostrare di non essere cambiati.






Recensione

Buongiorno a tutti e ben ritrovati con la recensione di una web-serie con i protagonisti di Una grande famiglia (si consiglia di vederla prima della terza stagione, ma se fate come me, che l'ho vista a serie conclusa, non muore nessuno); recensione Una grande famiglia QUI.
Ho voluto recuperare questa web-serie dopo aver concluso Una grande famiglia, per curiosità e devo dire che mi sembra di aver fatto bene, perché sono solo 7  episodi da neanche 8 minuti l'uno, in cui i protagonisti ridono, scherzano e si uniscono più che mai; ma fanno anche dei video da rivedere 20 anni dopo (ecco il perché del titolo), per capire se ciò che si sono promessi in quei video, è stato rispettato o meno. Il problema è che non scopriremo mai se alla fine i 6 ragazzi della casa sull'albero, tra cui Valentina, Pierluigi, Nicolò e la sua sorellastra Arianna, vedranno nuovamente questi video fatti in questa web-serie, perché nella serie principale, l'argomento non viene proprio sfiorato...
In ogni caso, guardatela, o almeno provateci, poi magari lasciate perdere sia la web-serie che Una grande famiglia, come faccio a saperlo? Io comunque a vedere entrambe, mi sono divertita parecchio!





La mia valutazione

5


Alla prossima 
Luce <3


Vi ricordo che potete iscrivervi al blog (che trovate anche su facebook e instagram), come LETTORI FISSI per non perdervi nessuna recensione










lunedì 4 dicembre 2017

Sirene - serie tv (recensione)

Buongiorno, come state? Dopo un po' di tempo, torno sul blog con la recensione di una serie tv, fresca fresca, visto che sono 6 episodi, terminati giovedì 01/12/2017. Curiosi di sapere di cosa parlo?



Titolo: Sirene
Paese: Italia
Anno: 2017
Formato: serie tv
Genere: commedia, fantasy, sentimentale
Stagioni: 1
Episodi: 6






Trama
Yara è una giovane sirena che, accompagnata dalla madre e dalle due sorelle minori, va alla ricerca del suo promesso sposo, il tritone Ares, il quale si è rifugiato a Napoli, la città delle sirene per antonomasia. Nel tempo le sirene, a dispetto della loro fama di ammaliatrici, rimarranno affascinate da un mondo tanto diverso dal loro.








Recensione

Buongiorno e bentornati sul blog  con una nuova recensione di una serie tv, finita giovedì 01/12/2017; questa serie si svolge a Napoli e parla di quattro sirene (madre e 3 figlie), che sbarcano a Napoli per andare a recuperare il Tritone Ares, fidanzato di Yara, perché i due si devono accoppiare per far continuare la specie. Durante la permanenza a Napoli ne succedono di tutti i colori, perché malgrado tutte le idee che le quattro si sono fatte sugli umani, alla fine, cambiano idea, visto che la madre, pur sapendo di correre parecchi rischi, va alla ricerca delle quattro donne che aveva salvato da un naufragio, mentre Yara nel cercare Ares (che poi alla fine ritrova, ma parecchio cambiato e in procinto di sposare un'umana), si lega a Salvatore, l'umano che ospita le quattro sirene nel suo bad and Breakfast, senza nemmeno sospettare di loro; Irene conosce Michele con cui lega andando a scuola, e con il tempo scopre che Michele è malato e infine la piccola Daria, che si lega tantissimo a Elena, bambina come lei, figlia dei vicini di casa. Altro personaggio fondamentale anche se si vede poco, è zia Ingrid, che cerca in tutti i modi di far capire alle nipoti (Marica inclusa), che devono stare sulla Terra il meno possibile (oltretutto, più stanno sulla Terra, più bagni nella vasca e con sale grosso devono fare, altrimenti si sentono male e arriverebbero a morire). Le scoperte che faranno sulla terra, porterà Yara, Irene e Daria a cambiare, a dispetto di ciò che vuole la zia Ingrid, che alla fine le capirà tutte e tre.
Come ogni serie che si rispetti, niente va come deve andare, perché ci sono sempre dei grandi casini (guardate la serie per capire di cosa parlo); legami non previsti, catture non previste, portano le quattro sirene a guai molto seri, che però alla fine si risolvono e tutto è bene quel che finisce bene.
Non dirò altro per non rovinare tutto, spero solo che visto il numero di ascolti di questa stagione, prima o poi facciano anche la seconda stagione. Fidatevi di ciò che dico: questa serie INSEGNA PARECCHIE COSE, non sottovalutatela.




La mia valutazione
5


Vi ricordo che potete iscrivervi al blog (che trovate su facebook e instagram come: ioamoilibrieleserietv) come LETTORI FISSI per non perdervi nessuna recensione.

Alla prossima 
Luce <3









sabato 2 dicembre 2017

Recensione "Le otto montagne", Paolo Cognetti

Autore: Paolo Cognetti
Titolo: Le otto montagne
Prezzo: cartaceo 15,73 e-book 9,99


Link d'acquisto: QUI













“Era questo a fare la differenza. Il modo in cui un luogo custodiva la tua storia. Come riuscivi a rileggerla ogni volta che ci tornavi.


Trama

Pietro è un ragazzino di città, solitario e un po' scontroso. La madre lavora in un consultorio di periferia, e farsi carico degli altri è il suo talento. Il padre è un chimico, un uomo ombroso e affascinante, che torna a casa ogni sera dal lavoro carico di rabbia. I genitori di Pietro sono uniti da una passione comune, fondativa: in montagna si sono conosciuti, innamorati, si sono addirittura sposati ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo. La montagna li ha uniti da sempre, anche nella tragedia, e l'orizzonte lineare di Milano li riempie ora di rimpianto e nostalgia. Quando scoprono il paesino di Grana, ai piedi del Monte Rosa, sentono di aver trovato il posto giusto: Pietro trascorrerà tutte le estati in quel luogo "chiuso a monte da creste grigio ferro e a valle da una rupe che ne ostacola l'accesso" ma attraversato da un torrente che lo incanta dal primo momento. E li, ad aspettarlo, c'è Bruno, capelli biondo canapa e collo bruciato dal sole: ha la sua stessa età ma invece di essere in vacanza si occupa del pascolo delle vacche. Iniziano così estati di esplorazioni e scoperte, tra le case abbandonate, il mulino e i sentieri più aspri. Sono anche gli anni in cui Pietro inizia a camminare con suo padre, "la cosa più simile a un'educazione che abbia ricevuto da lui". Perché la montagna è un sapere, un vero e proprio modo di respirare, e sarà il suo lascito più vero: "Eccola li, la mia eredità: una parete di roccia, neve, un mucchio di sassi squadrati, un pino". Un'eredità che dopo tanti anni lo riavvicinerà a Bruno.



“Ognuno di noi ha una quota prediletta in montagna, un paesaggio che gli somiglia e dove si sente bene.


Recensione

Buongiorno a tutti e bentornati sul blog con una nuova recensione; oggi vi parlo di "Le otto montagne" di Paolo Cognetti che mi ha prestato mia nonna. Questo romanzo parla di un ragazzo di città, Pietro, che va in vacanza con i suoi genitori in montagna, dove loro si sono sposati e che amano come poche cose; ed è lì, che Pietro inizia a capire i genitori, a cambiare, è LI', tra le montagne, che nasce l'amicizia quasi fraterna tra Pietro e Bruno un ragazzino che in montagna ci è nato, cresciuto e ci vive, dove porta le capre al pascolo; i due all'inizio si studiano a vicenda senza parlare, poi quando Bruno si avvicina e gli comincia a parlare le cose cambiano. I due si avvicinano parecchio, Bruno si avvicina anche ai genitori di Pietro, grazie ai quali trova una famiglia, di quelle che non ha mai avuto; come tutti i bambini a quell'età, Pietro a un certo punto si ingelosisce, ma è una gelosia destinata a durare poco, a differenza dell'amicizia che lo lega a Bruno; nel tempo passato in montagna Pietro viene anche a conoscenza di lati dei suoi genitori (soprattutto del padre), che non aveva mai conosciuto; eh, cosa può fare un contesto diverso da quello a cui siamo abituati! Le persone a seconda dei contesti in cui si trovano cambiano spesso atteggiamento;  con il tempo, l'amicizia si rafforza, ma quando Pietro torna in città, a un certo punto i due si allontanano; Pietro in città, Bruno sempre in montagna; sarà una notizia triste a riportare Pietro tra le montagne, dove riallaccerà il rapporto con Bruno. Ho amato questa storia di amicizia diversa da quelle che leggo di solito, qui non c'è NIENTE DI SCONTATO; né l'amicizia, né il paesaggio stupendo delle Dolomiti e altre montagne, descritte da Paolo Cognetti. Per non dire troppo, concludo qui, ammetto però che il finale mi ha lasciata shoccata, non me lo aspettavo, ma la vita non è mai tutta rose e fiori, soprattutto nei romanzi, come nella vita reale. O no?


La mia valutazione

5



Alla prossima 
Luce <3




“Se il punto in cui ti immergi in un fiume è il presente, pensai, allora il passato è l’acqua che ti ha superato, quella che va verso il basso e dove non c’è piú niente per te, mentre il futuro è l’acqua che scende dall’alto, portando pericoli e sorprese. Il passato è a valle, il futuro a monte.



















venerdì 1 dicembre 2017

5 cose che.. #7 - 5 libri che regalerei

Buongiorno a tutti e bentornati con la rubrica 5 cose che...! Questo mese fino al 5 gennaio sarà il tema Natalizio a farci compagnia; cominciamo subito dal primo ovvero 5 libri che regalerei






1) Il diario di Anna Frank; so benissimo che si tratta di un libro non adatto a tutti visto il tema che tratta (e tutti sappiamo qual è), ma secondo me vale la pena averlo nella propria libreria, quindi conviene regalarlo, proprio per il tema particolare che riporta. Ovviamente non è detto che tutti quelli che conosciamo siano adatti a leggerlo.








2) L'amico ritrovato: stesso motivo del Diario di Anna Frank; quindi non è detto che tutti siano adatti a riceverlo; ma certi temi li trovi solo con certi autori e questo, come il Diario di Anna, arriva dritto al cuore del lettore, se uno li sa apprezzare.











3) Questo libro lo regalerei perché pochi libri ti permettono di fare un viaggio con i protagonisti, come lo fa chi legge Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli; occhio, non si sa mai, se regalate questi libri a qualcuno, che queste persone tornino indietro! (si spera di sì, ovviamente :D )













4) La saga di Alice Allevi: che dire? Libri leggeri, che ti permettono di entrare nel mondo della medicina come se fossi Bridget Jones (e un po', Alice le somiglia a Bridget!), ma è una saga che ti prende fino alla fine. (almeno così è successo a me, anche se l'ultimo lo devo ancora recuperare).

















5) Frida Una biografia di Frida Kahlo: l'hanno regalato a me, e io lo consiglio vivamente; perché la vita di questa donna è tutta una sorpresa; se credete di conoscere Frida, sappiate che questo libro sarà la porta che vi permetterà di conoscerla VERAMENTE!


















Alla prossima

Luce <3