giovedì 7 dicembre 2017

Solo per amore - serie tv (recensione)

Buongiorno e bentornati sul blog con la recensione di una serie tv (ultimamente, in questi giorni, vi sto riempiendo, prometto che il prima possibile torno anche sulle recensioni dei libri :P )






Titolo: Solo per amore
Paese: Italia
Anno: 2015-2017
Formato: serie tv
Genere: drammatico, sentimentale, thriller
Stagioni: 2
Episodi: 18
Durata: 90 min a episodio



Informazioni

Solo per amore, nota dalla seconda stagione con il titolo Solo per amore - Destini incrociati, è stata una serie televisiva italiana, in onda dal 7 gennaio 2015 al 28 giugno 2017 in prima serata su Canale 5.






Trama prima stagione

Pietro Mancini è un ricco imprenditore sposato con l'avvocatessa Elena Ferrante: la coppia ha due figlie, Arianna e Beatrice, e gestisce a Roma un centro sportivo con Gabriele, fratello di Elena. La loro vita apparentemente perfetta viene sconvolta dall'improvviso rapimento di Pietro, mentre porta Beatrice a scuola. Elena già vent'anni prima fu rapita da dei malavitosi e tenuta prigioniera in una grotta: proprio in quell'occasione perse il figlio che aspettava da Pietro. Le indagini vengono affidate, grazie al contributo del generale Gianmaria Fiore, a Giordano Testa, il commissario che riuscì a liberare Elena e di cui si innamorò, anche se la donna poi scelse di restare con quello che sarebbe diventato suo marito. Collaborando nel caso, dato che non riesce a fidarsi del commissario, Elena scopre che il marito era ricattato da un gruppo di malavitosi e per questo temeva per la sicurezza della propria famiglia: così, decide di andare a parlare con Sandro Alfieri, gestore di un night club e amico di gioventù di Pietro, che è implicato in un traffico di droga e potrebbe sapere qualcosa sul rapimento. In questo frangente, Arianna si innamora di Claudio, fratello minore di Sandro, che lavora con lui al locale insieme alla sorella Denise, incinta del suo ragazzo. Sandro chiede ad Elena del denaro in cambio del suo aiuto. Nel frattempo, nel circolo fa il suo ingresso l'ambigua Gloria Keller, che inizia a prendere lezioni di tennis da Gabriele, di cui si invaghisce, mettendo in crisi il rapporto dell'uomo con la sua promessa sposa, la ginecologa Irene Fiore, figlia del generale: Gloria decide di offrire la cifra necessaria al liberamento di Pietro in cambio di parte delle quote del circolo. Dunque, Elena dà i soldi a Sandro, il quale insieme a Gloria è il vero responsabile del rapimento: egli le chiede di recuperare un carico di droga, prima di consegnare il denaro ai rapitori, e in seguito a quest'azione Pietro riesce a fuggire dalla sua prigione e salva la moglie da un killer inviato da Gloria per ucciderla, ma ben presto Elena si rende conto che Pietro le nasconde molti segreti. Egli le dice che Sandro vuole vendicarsi poiché pensa che lui gli abbia sottratto tre milioni di euro, in realtà il denaro necessario a pagare il riscatto di Elena per il suo rapimento, nel quale erano coinvolti Gloria, Pietro e Sandro con la sua banda. Nel frattempo, il compagno di Denise viene ucciso da Sandro, ma la donna non vuole abortire e viene seguita nella gravidanza da Irene, che non può avere figli e si offre di crescere segretamente il bambino con Gabriele come se fosse il suo, in modo tale da allontanarlo da Gloria, che ormai è sempre più coinvolta nelle vicende del circolo. Irene rivela così a Gabriele di essere incinta e i due decidono di organizzare le nozze. Successivamente, Elena si accorge che Pietro ha dei comportamenti strani e decide di collaborare finalmente con Giordano, che le rivela il coinvolgimento del marito nel suo rapimento: la donna rimane sconvolta e affronta Pietro armata, ma l'uomo riesce a fuggire prima dell'arrivo della polizia. Così, la donna, delusa dal comportamento del marito, si accorge di non avere mai smesso di amare Giordano e intreccia una relazione con il commissario, nel momento in cui suo padre Aldo scopre che il figlio che Elena credeva di avere perso nel corso del suo rapimento è vivo e si chiama Stefano e che proprio Giordano è in realtà il responsabile del rapimento di vent'anni prima. Aldo, prima di rivelare la verità alla figlia, informa Pietro che il rapimento di Elena prevedeva la consegna di un manoscritto di un boss mafioso che avrebbe provocato l'arresto di molti notabili e non un riscatto in denaro, come si pensava; inoltre, chiede un incontro su una spiaggia con il genero, che ora si nasconde a casa di sua madre Maria, per spiegargli il tutto e spedisce una lettera ad Elena contenente tutto quello che ha scoperto, ma non fa in tempo: l'avvocato Ferrante viene ucciso da Giordano, che lo annega in mare per impedirgli di parlare, e Pietro trova il corpo senza vita del suocero proprio quando Elena giunge sul luogo del delitto, ritenendolo così il colpevole. Al funerale di Aldo, Pietro viene ferito a una spalla da Giordano e si rifugia a casa di Gloria per farsi medicare. Contemporaneamente, Gloria scopre l'inganno di Irene e glielo fa sapere per evitare di essere estromessa dal circolo, come richiesto dalla donna a Gabriele, ma anche la Fiore ha un'arma in pugno: infatti, è venuta a conoscenza del passato criminale di Gloria e minaccia di denunciarla, a meno che non parli con Gabriele della finta gravidanza. Intanto, Arianna inizia una relazione con Claudio, che riceve da suo fratello Sandro l'ordine di incendiare le scuderie del circolo Ferrante, ma quando si accorge della presenza di Arianna, si butta per salvarla e poi viene arrestato: la giovane non lo vuole più vedere per l'azione commessa. Una misteriosa donna ricoverata in una clinica per problemi cardiaci, Silvia Nardi, cerca di contattare invano Aldo Ferrante: lei è la madre adottiva di Stefano, il giovane ventenne, primogenito di Elena e Pietro, che giunge a Roma per vendicare la morte di quello che credeva suo padre, Virgilio Sanna (il carceriere di Elena), ucciso da Giordano, anche se Stefano crede che il responsabile sia Pietro. Stefano riesce a salvare Arianna da un'aggressione da parte degli uomini del generale Fiore, che vogliono impossessarsi della lettera di Aldo, giunta a casa di Elena, e come ricompensa viene assunto al maneggio. Pietro, intanto, convince Elena ad incontrarlo e le rivela ciò che Aldo aveva scoperto sul rapimento di vent'anni prima e la convince ad incontrarsi con Spataro, un detenuto con cui Ferrante era in contatto; al termine dell'incontro, Stefano tenta di uccidere Pietro ma senza riuscirci. Arrivato il giorno del matrimonio di Irene e Gabriele, l'uomo si rende conto di amare Gloria e lascia la Fiore sull'altare per andare a convivere con la Keller, nonostante il disaccordo di sua madre Agata. In seguito, Elena riesce ad ottenere un permesso premio per Spataro, ma il generale Fiore ordina a Giordano di lasciar fuggire il detenuto per poi farlo uccidere subito dopo da una spia di nome Jasmine. La situazione degenera: Jasmine punta la pistola ad Elena, ma Giordano la uccide e rimane gravemente ferito da un colpo della spia, mentre Spataro fugge. Il commissario si salva grazie ad un intervento chirurgico ed Elena lo porta a casa sua per prendersene cura; nel frattempo, Pietro trova Spataro, che gli rivela che suo figlio potrebbe essere ancora vivo: Mancini così comunica subito la notizia ad Elena, che decide di dare fiducia al marito ed elabora con lui un piano per scoprire la verità. Pietro si consegna a Giordano, che lo conduce in un capannone e gli promette di portarlo alla polizia il giorno seguente; ma Mancini si rende conto ben presto che Giordano è l'assassino di suo suocero e che potrebbe essere ucciso lui stesso dagli uomini di Fiore che lo sorvegliano. Nel frattempo, Gabriele viene a sapere che Irene non può avere figli e affronta la donna, che gli confessa tutta la verità e poco dopo tenta il suicidio, ma viene salvata da Gabriele, che la porta in ospedale: qui, Irene rivela al padre Gianmaria il passato oscuro di Gloria e gli chiede di distruggerla. Pietro riesce a neutralizzare i suoi carcerieri e affronta poi Giordano, che gli spara e lo fa cadere in un fiume, ma Mancini riesce a salvarsi grazie a un giubbotto antiproiettile e si rifugia da Sandro e Claudio. Il giorno dopo, Pietro ed Elena si incontrano e fanno l'amore, capendo di essere ancora innamorati l'uno dell'altra; inoltre, Pietro confida alla donna tutti gli omicidi commessi da Giordano e la Ferrante decide di continuare a fingere di essere innamorata del commissario per farlo cadere in trappola. Intanto, anche Arianna e Claudio si riavvicinano, mentre Gloria lascia Gabriele e viene rapita da Gianmaria e Giordano, che vogliono scoprire dove si rifugia Pietro. La pm Angela Maggi comincia a sospettare di Giordano, di cui è innamorata, per la sparizione di Pietro e scopre che Virgilio Sanna era un ex poliziotto che voleva mettere le mani sul memoriale in possesso di Aldo insieme a Giordano, ma in un inseguimento con il commissario ha un incidente ed entra in coma. Contemporaneamente, Elena riesce a trovare Silvia Nardi, che le rivela che Stefano è suo figlio, ma nella fuga dagli uomini di Fiore, giunti nella clinica, Silvia cade da una terrazza ed Elena viene arrestata con l'accusa di tentato omicidio; a tutta la scena assiste Stefano. In carcere Elena viene torturata dagli uomini di Fiore e Pietro mette in atto un piano per farla evadere con l'aiuto di Claudio, Gabriele ed Irene, che altera le analisi della Ferrante per farla trasferire in ospedale. Nel mentre, Sandro scopre che Denise è incinta e la aggredisce, ma viene salvata da Arianna e Claudio, che le racconta che ad uccidere il suo fidanzato è stato proprio Sandro; così, Denise si sente male e in ospedale Irene e Gabriele promettono di prendersi cura di lei, ospitandola a villa Ferrante. Intanto Giordano manipola Stefano, deciso a vendicare la morte di Silvia, per impadronirsi del memoriale, che dovrebbe essere stato nascosto dalla Nardi. Un'infermiera fa arrivare a Stefano la lettera con la confessione di Silvia, ma il giovane viene rapito da Sandro, che viene ucciso poco dopo da Giordano, salvando Stefano; la lettera finisce nelle mani di Denise, che assiste Sandro nei suoi ultimi momenti di vita. Gloria, riavvicinatasi a Gabriele, informa Giordano del piano di Pietro per liberare Elena, ma i due riescono a fuggire da Giordano; sulle loro tracce vi è Stefano, sempre più accecato dalla voglia di vendetta, che riesce a trovarli e spara ad Elena, prima che Pietro gli riveli che loro sono i suoi veri genitori, sconvolgendolo e portandolo alla fuga. Mentre Irene cura Elena, Gabriele lascia definitivamente Gloria, dopo aver scoperto la sua collaborazione con Giordano, e Denise rivela a tutti il contenuto della lettera che le ha affidato Sandro, confermando che Stefano è figlio di Elena e Pietro. I due coniugi non vedono l'ora di riabbracciare Stefano, che tuttavia viene rapito da Giordano in un estremo tentativo di impadronirsi del memoriale, che è stato trovato nella grotta in cui Elena era tenuta prigioniera. Giordano ha intenzione di uccidere Pietro, ma Elena salva marito e figlio sparando al commissario, che viene arrestato. Tutta la famiglia Ferrante finalmente riunita ora festeggia, ma il memoriale è finito nelle mani di Gloria che, dopo aver scoperto di essere incinta di Gabriele, lo vende al generale Fiore in cambio di una grossa somma e si trasferisce a Miami per iniziare una nuova vita.





Recensione

Buongiorno e ben ritrovati con la recensione di un'altra serie tv, in questo caso, andata in onda su canale 5 (prima stagione 10 episodi, seconda, che io devo ancora recuperare, 8 episodi). La serie inizia con la protagonista, Elena Ferrante, sposata con Pietro Mancini con cui ha avuto due figlie, Arianna e Beatrice, gestisce un centro sportivo con il fratello Gabriele; tramite dei flashback scopriamo che Elena ha avuto un figlio prima di Arianna e Beatrice, che però, il commissario Giordano Testa, che aveva trovato Elena priva di sensi nella grotta in cui era stata portata dai suoi rapitori; si capisce da subito che Giordano si è innamorato di Elena, ma ovviamente ci sono ostacoli di ogni genere (non vi dico quali se no rovino tutto); Arianna conosce Claudio di cui si innamora, ma Elena non si fida di Claudio, che invece le aiuta in tutti  i modi; in compenso, Gloria, ex sia di Pietro, sia di Gabriele, si riavvicina a quest'ultimo, dal quale avrà il figlio che la compagna di Gabriele non avrà mai, in quanto sterile. Solo per amore, è una fiction in cui i casini non mancano mai, ma è anche vero che l'amore vince su tutto e che la famiglia alla fine si riunirà al gran completo. 
Non vedo l'ora di scoprire cosa succede nella seconda stagione. Il commissario non è ciò che sembra, Stefano scoprirà la verità su se stesso, così come Elena scoprirà che il figlio, creduto morto, in realtà è ancora in vita ed è stato più vicino alla famiglia di quel che sembra. Una serie ricca di colpi di scena, ma se avete problemi a guardare telefilm thriller, evitate il più possibile.


La mia valutazione
5


Alla prossima
Luce <3

4 commenti:

  1. Chissà perchè non mi coinvolge?
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla è normale che ogni tanto ci siano serie che non ci piacciano!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Felice di saperlo! Io purtroppo ho inziato solo ora la seconda stagione (martedì) e devo ancora finirla;ma dovrei fare presto

      Elimina